Progetti

PROGETTO "ROMA RICORDA..."

A.S. 2017/18

Il Tullio Levi Civita, per ricordare il 25 aprile, ha organizzato un incontro per gli studenti delle quinte classi con una delle ultime testimoni dirette della Resistenza romana, Luciana Romoli, staffetta partigiana la cui lotta per la libertà è iniziata, come lei stessa ha raccontato, sui banchi di scuola, e il professore Michele Colucci, ricercatore presso il CNR, che ha curato l’introduzione storica.

Roma ricorda 1

I nostri ringraziamenti ad entrambi per aver condiviso con noi le loro esperienze di vita e di studio in questa occasione di festa, di memoria e di riflessione.

Roma ricorda 2

Roma ricorda 3


 

A.S. 2016/17

Bravissimi gli studenti del nostro liceo che hanno partecipato numerosi e con ottimi risultati al Premio Finzi.

Il concorso, dedicato ai due fratelli Luciana ed Enrico Finzi, studenti del liceo romano “Giulio Cesare” che, nel 1938 a causa delle leggi razziali, furono espulsi dalla scuola e successivamente il 16 ottobre del 1943 furono arrestati e deportati ad Auschwitz dove morirono, è promosso dalla Fondazione Museo della Shoah che intende in tal modo stimolare nelle scuole un percorso di ricerca, studio e memoria finalizzato a rinforzare nei giovani il dovere categorico di ricordare.

 

1° Premio:

“Un cumulo di ciottoli e un mazzetto di myosotis”

di Claudia Meuti VA, Josè Gabriel Falla Obando IVA, Cristina Cenciarelli, Paola Silvestrini, Flavia Capozzi, Maria Ljoi VB, Ciprian George Telinoiu, Luca Nesticò VG, Lorenzo Giannetti VF. Il lavoro dà voce, coralmente, alle tragiche vicende vissute dal popolo ebraico, entrando empaticamente nella storia personale di alcuni sopravvissuti e altri scomparsi, equilibrando senza retorica, il rapporto memoria-storia.

1° Premio ex-aequo

“Lo sguardo complementare di memoria e storia come risorsa per i processi di cambiamento”

di Francesco Giarrusso e Leonardo Matteini VC.

L’elaborato riflette , sulla base di una corretta ricerca storica, sul rapporto tra memoria e storia. Colpisce la capacità di analisi critica e di elaborazione originale, nonché il filo rosso che si sofferma su aspetti nevralgici della storia del Novecento, collegandoli per quanto riguarda il senso e le profonde affinità. Vi sono poi considerazioni interessanti sulla possibilità che la conoscenza storica possa contribuire alla coesione sociale alla definizione di valori collettivi.

2° Premio:

“Elaborato tratto da “Libertà” di Paul Eluard”

di Livia Modesti IVA

L’elaborato riflette una bella sensibilità e una buona capacità di analisi critica. Il valore e la forza dell’arte sono contestualizzate in modo pertinente nel periodo e sapientemente espresse attraverso la scelta di brani poetici. Colpisce anche l’intensità, la passione e l’originalità con cui l’autrice analizza il linguaggio poetico.

3° Premio:

“Per non dimenticare…”

di Ludovico Marcellini e Andrea Verrubbi VA

L’elaborato offre una accurata ricerca dal punto di vista storico-artistico e si dipana dialetticamente tra testimonianze,storia e considerazioni personali. La scelta, sia delle immagini che dei testi poetici, rivela lo sguardo appassionato e sensibile degli autori, unito a significativi approfondimenti critici.

Bravi ragazzi! Grazie per la vostra sensibilità e il vostro impegno.

Grazie alla Fondazione Museo della Shoah, e al vicepresidente della Fondazione Paolo Masini e alla dott.ssa Giuseppina Pica responsabile del progetto memoria di Roma Capitale che presso il nostro istituto hanno premiato gli studenti.

 

 



 

A.S. 2015/16

 

Le classi del liceo che hanno partecipato al viaggio ad Auschwitz-Birkenau hanno realizzato alcuni lavori frutto della riflessione sugli eventi più rilevanti e drammatici del XX secolo, e sul confronto tra quel passato e il presente.

Gli elaborati prodotti saranno esposti nella mostra:

"Roma nel percorso della Memoria: dall'occupazione nazifascista alla liberazione"
FACTORY- ex Pelanda dei suini
Mattatoio di Testaccio
P.zza Orazio Giustiniani 3
28-29-30 aprile dalle 12,00 alle 19,00

Sono invitati a partecipare all'evento gli studenti e le loro famiglie